Ambulatori, Ecografia endovaginale

Ecografia endovaginale

L’ecografia endovaginale è fondamentale praticarla a pazienti operate per k mammario ed in terapia con tamoxifene.
Il tamoxifene è un farmaco che può determinare vari effetti collaterali:
vampate di calore, sudorazione, secchezza vaginale, rigidità articolare, ritenzione idrica, aumento di peso e perdite ematiche dai genitali.

Queste ultime si possono verificare per proliferazione, iperplasia e polipi dell’endometrio indotte dal farmaco.

In relazione a quanto detto, durante la terapia con il tamoxifene, è opportuno valutare lo spessore dell’endometrio con l’ecografia endovaginale, anche successivamente alla sua sospensione.

Dr Fabio Sciarra.

Leave a Reply

Theme by Anders Norén